lunedì 6 maggio 2019

Tempo di votazioni

Mi è venuta in mente una poesia del grande Trilussa che la dice lunga ...

Un Gatto, che faceva er socialista
solo a lo scopo d’arivà in un posto,
se stava lavoranno un pollo arosto
ne la cucina d’un capitalista.

Quanno da un finestrino su per aria
s’affacciò un antro Gatto: – Amico mio,
pensa – je disse – che ce sò pur’io
ch’appartengo a la classe proletaria!

Io che conosco bene l’idee tue
sò certo che quer pollo che te magni,
se vengo giù, sarà diviso in due:
mezzo a te, mezzo a me… Semo compagni!

– No, no: – rispose er Gatto senza core –
io nun divido gnente cò nessuno:
fo er socialista quanno sto a digiuno,
ma quanno magno sò conservatore!

Domanda: devo andare ancora a votare?

20 commenti:

  1. Ciao Anna
    intanto buon lunedì.
    Poi, beh mi sono fatta la stessa domamda. Una mia riflessione...non c'è partito che tenga realmente ai problemi del paese Italia, tutti dicono tutto è fanno tutto, prima di essere eletti, poi una volta al governo smentiscono e non fanno nulla se non aumentarsi i guadagni.
    Quindi chi votare? Il meno peggio ma chi?
    Trilussa un grande poeta e un grande filosofo: vedeva lontano, fino ai giorni nostri.
    Un abbraccio carissima 👍😍
    Chiara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amica cara non chiedermi a chi votare perché anche io sono in balia dei venti, dando per ammesso che io vada...
      Trilussa vide davvero lontano. Buona giornata a te con abbraccio siempre 😘

      Elimina
  2. Non so ancora se voterò... tendo all'astensione...

    RispondiElimina
  3. Benvenuto nel mio sciocco spazio. 😂
    Confesso candidamente che è dal 94 che non voto. Cioè da quando gli italioti ebbero la "brillante" idea di votare Berlu.
    Anzi ti racconto un episodio. Quando andai a votare, dissi che mi rifiutavo di farlo e riconsegnai la scheda al tizio che andò in tilt perché non sapeva come comportarsi. Succede un po' di caos per cui decisi di non presentarmi nelle votazioni successive. Terribile sono... 😂 😂 😂 Ciao alla prossima.

    RispondiElimina
  4. Ciao Anna,Trilussa e'sempre un grande,cosa che non posso dire di questo litigioso governo bicolore.
    Un abbraccio.fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro, ti confesso che sono amareggiata nel vedere cosa succede in Italia, dal 94 che lo sono, ahimè e non vedo spiragli di luce.
      Abbraccio siempre tutto per te.

      Elimina
    2. Grazie dell'abbraccio che contracambio.
      fulvio

      Elimina
  5. giovedì 12 settembre 2013
    'U guvernu!
    ‘U Statu italianu è ‘na bazzilletta,
    l’unicu chi non ci cridi è Enricu Letta.
    Sempri dici ‘u guvernu non si spascia,
    ma su tutti pronti chi furcuni e l’ascia.
    Berlusconi oramai è chi paddi ‘nta cascia,
    ci ‘nziccaru chi denti a ganascia
    su ‘nghiutteru chi scappi e quasetti
    e i so pusa i ‘nchiuvaru e morsetti.
    francesco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh qualcosa si intuisce, anche per un non siciliano... 😂 😂 😂 😂

      Elimina
  6. La mia lingua siciliana, non riesco più le mie parole (13 settembre 213), perse e non ricordo! Per é una giornata per leggere in italiano, mah? Vediamo. Buona notte Anna con tanta gioia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piano piano le ricorderai, non si possono dimenticare i dialetti della propria terra...
      Buongiorno caro amico per tutto il giorno 😘 😘 😘 😘

      Elimina
  7. non sono socialista e neppure conservatore.
    infatti non mangio pollo :)
    ciao

    RispondiElimina
  8. 'U guvernu
    Il governo
    ‘U Statu italianu è ‘na bazzilletta,
    Lo Stato Italiano é una bazziletta,
    l’unicu chi non ci cridi è Enricu Letta.
    l'amico che non crede é Enrico Letta.
    Sempri dici ‘u guvernu non si spascia,
    Sempre dice che il governo non si spacca(pietre),
    ma su tutti pronti chi furcuni e l’ascia.
    ma sono tutti pronti con la forca e ascia.
    Berlusconi oramai è chi paddi ‘nta cascia,
    Berlusconi ormai é con le palle (chiacciare) la cassa,
    ci ‘nziccaru chi denti a ganascia
    dentare (boccone con la forza) con i denti e la ganascia
    su ‘nghiutteru chi scappi e quasetti
    altri inghiottire con le scarpe e calzetti
    e i so pusa i ‘nchiuvaru e morsetti.
    e i suoi polsi con la chiave e morsetti.
    (francesco)

    RispondiElimina
  9. Una ora! una forza. Clara per favore..........- marito mio la mia febbre 38,5; - dai, io per capire......

    RispondiElimina
  10. Io salto, nessuno dei candidati mi convince.
    Baci!

    RispondiElimina