lunedì 5 agosto 2019

Meraviglia! Oltre l'odio...

A dimostrazione che l'umanità ama ancora, che ha voglia di rinascere... Altro che odio! Mi sa che siamo noi, piccoli borghesucci, chiusi nel nostro orticello, incapaci ad andare oltre, a vedere odio.
Forse perché l'odio lo proviamo noi? Un pò come l'invidia....Sentimenti negativi che per giustificarli, li proiettiamo verso il mondo, affermando che sono gli altri ad averli.
Scommetto che direte che sbaglio!

Guardare questa immagine:

Una recinzione alta otto metri ed elettrificata taglia i rapporti tra le persone, ma non è detto che possa impedire ai bambini di giocare insieme: è questo il messaggio che l’architetto Ronald Rael e la designer Virginia San Fratello, professore associato dell’università di San Jose, hanno deciso di trasmettere installando dondoli che attraversano il muro anti-migranti voluto dall’amministrazione Trump al confine tra Stati Uniti e Messico. Testate locali hanno rilanciato un video realizzato con un drone che sorvola il nuovo “parco giochi”: invitati a partecipare bambini e adulti di Sunland Park, nello Stato americano di New Mexico, e quelli di Ciudad Juarez, oltre la frontiera messicana. Ronald Rael, che insegna alla Barkley University della California, ai giornalisti ha motivato il progetto con “le buone relazioni che legano i messicani e gli statunitensi. E andare sul dondolo – ha proseguito – serve a dimostrare che siamo uguali e possiamo giocare insieme, divertendoci. Ma anche che il muro interrompe i rapporti tra le persone“. Inoltre, ha evidenziato Rael, “se osservate bene, vi accorgerete che quello che accade da una parte genera ripercussioni anche da un’altra, e questo grazie al dondolo diventa molto chiaro”. Rael e San Fratello hanno ideato l’installazione nel 2009, ma solo qualche giorno fa è stata inaugurata e rilanciata tramite i profili social dei due ideatori, che l’hanno definita “una delle esperienze più incredibili della nostra carriera”. Le immagini raccolte dal drone mostrano le persone ridere e divertirsi insieme nei pressi della barriera, di colore nero, rispetto a cui il rosa dei dondoli crea un contrasto forte.

DiRE  (c'è anche un video)

Se preferisci commentare su Facebook o Twitter

14 commenti:

  1. Nato il secondo, questo giorno, nella strada cammina quando arriva il terzo. Io? cammino e non guardo, lo so che gli occhi aperte, ma sempre con gli occhi diritti! Buona notte Anna!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho letto su FB ed immagino la tua gioia. Ho letto da qualche parte, che la nascita di un bimbo è la dimostrazion che Cristo non si è stufato dell'umanità.
      Abbraccio caro siempre <3

      Elimina
  2. non siamo uguali ma, concordo, possiamo giocare insieme

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già possiamo giocare insieme, cantare insieme, fare sport insieme, viaggiare insieme, camminare insieme, costruire insieme, bere insieme, mangiare insieme, vivere insieme. Quante cose potremmo fare insieme, se solo mettessimo da parte il nostro io e cominciassimo ad usare il noi...

      Elimina
    2. esatto: possiamo fare insieme diverse cose. cioè solo quelle che non prevedono un interesse personale da tutelare, aumentare o acquisire. buon giorno

      Elimina
    3. Eh sì, quando c'è un interesse personale da tutelare diventiamo sempre nemici. E' insito nell'essere umano purtroppo. Buongiorno per tutto il giorno per domani, se non dovessimo interloquire. :D

      Elimina
  3. Hai detto bene, io aggiungo che l'odio lo insinuano le istituzioni nella gente, come la paura.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero! Non ho mai visto tanto odio e paura nella gente comune come in questo periodo
      Ricambio di cuore l'abbraccio (✿◠‿◠)

      Elimina
  4. Ciao Anna,tutto il nostro mondo,politicamente va verso la Destra e la Destra per vincere ha bisogno di un nemico e il nemico ideale è il Diverso,ma se poi lo guardi e simile a noi,purtroppo oggi pochi sanno o vogliono vedere.
    Un abbraccio,fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come hai ragione, caro amico. Puntiamo il dito contro il diverso e non ci accorgiamo che siamo tutti diversi. Emmenomale aggiungo io perchè da ogni diversità c'è tanto da imparare e da custodire poi.
      ٩(♡ε♡ )۶ ٩(♡ε♡ )۶ ٩(♡ε♡ )۶

      Elimina
  5. L'odio è sicuramente una parola grossa , compare a volte e anche spesso, ma siamo proprio noi che lo creiamo, capaci anche di dimostrarci simili come questo esempio bellissimo di giocare insieme divertendoci con empatia, con questo muro pur esistendo ma non nell'animo delle persone che lo condividono.
    Bacio Farfallina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certamente cara, io sono più che convinta che l'odio lo creiamo noi, sta dentro di noi, pronto ad esplodere alla prima occasione.
      Meno male che c'è un'altra parte di noi, davvero buona che trova il bello anche attraverso un muro.
      ٩(♡ε♡ )۶ ٩(♡ε♡ )۶ ٩(♡ε♡ )۶ tutti per te.

      Elimina